Giovani imprenditori web offrono 6 consigli per le start up

Giovani imprenditori web offrono 6 consigli per le start up

Loro ci sono riusciti e adesso rivelano i loro segreti a chi comincia: il web è ricco di siti su cui neo-imprenditori ed esperti danno informazioni su come lanciare un business ed evitare gli errori più gravi

Domenico Colucci, pugliese, 26 anni è l’esempio delle potenzialità dei giovani imprenditori italiani. Nexthome, la sua startup, è specializzata nell’indoor positioning and navigation, ossia nella stima della posizione delle persone all’interno di grandi strutture: genera anche una mappa di calore. L’idea gli ha fatto vincere il premio di giovane imprenditore europeo dell’anno.

1. SCEGLIERE IL TEAM

Secondo Colucci, la scelta del team con cui lavorare è l’elemento fondamentale per lanciare una nuova azienda. Sul feeling del team insiste anche Giovanni Dattoli, cocreatore di Talent Garden, il network di coworking, che su Ninjamarketing offre qualche indicazione frutto della sua esperienza

2. SAPER RISCHIARE

Partitaiva.it pubblica invece la traduzione di un articolo di entrepreneur.com “21 succes tips for young and aspiring entrepreneur” dove si spiega che bisogna rischiare, ma avere pazienza, pianificare l’ingresso di nuovi capitali e imparare dai propri errori.

3. NON SIATE ARROGANTI

Sul gruppo Facebook “Italia startup scene”, Nicola Mattina, fondatore di Stamplay, startup con sede a Londra, racconta cosa ha imparato in questi anni. Lo startupper spiega che non si deve essere arroganti, lasciar perdere le opinioni e concentrarsi sui dati. Il suo post è stato ripreso da StartupItalia dove si racconta anche quali sono i sette modi per partire anche se non si ha un euro a disposizione.

4. LE NUOVE OPPORTUNITÀ

Startupper magazine fornisce notizie sull’attualità del mondo delle nuove imprese, bandi, eventi e contest, mentre Startupbusiness offre una vasta area dedicata alle risorse con i migliori podvast che parlano di startup (in inglese), una lista di business model, la directory con le risorse per il mondo high tech e strumenti come il growth calculator per capire quanti soldi sono necessari per lo sviluppo dell’azienda o l’applicazione web per testare l’idea di business.

5. COME AVVICINARE GLI INVESTITORI

Startupbusiness permette anche di scaricare Pitching hacks, un ebook gratuito, realizzato da Venture Hacks (risorsa online con informazioni collegate a startup e funding) con 83 pagine di suggerimenti da prendere in considerazione prima di avvicinare degli investitori

6. OCCHIO A QUESTI MANUALI

L’offerta è vasta anche per quanto riguarda i libri alcuni dei quali tradotti anche in italiano anche se il consiglio di andare direttamente sulla versione originale. The Startup Owner’s Manual di Steve Blank è uno dei testi di riferimento. Tradotto con il titolo Startupper. Guida alla creazione di imprese innovative (Egea, 52 euro) è un manuale per i nuovi imprenditori scritto da uno che di imprese ne ha fondate otto e quattro le portate in Borsa.

Più economici Startup in 21 giorni: Trovare i finanziamenti, formare la squadra giusta, organizzare il business di Lorenzo Ait (Sperling&Kupfer, 16 euro) e Partire leggeri di Eric Ries incentrato sul lean startup, il metodo che punta a contenere tempi e costi (Rizzoli Etas, 19,55 euro). Chi è in cerca di contatti diretti o vuole sentire l’aria che tira nel mondo dei neo imprenditori può andare su pagine Facebook come Startuppami che organizza eventi e aperitivi, startupeuropa per sapere tutto sui finanziamenti o i gruppi locali di StartupItalia. Per il mondo dell’associazionismo il punto di riferimento è invece Italia Startup con un’area del sito dedicata ai nuovi provvedimenti normativi e al crowdfunding.

15 dicembre 2015

Scrivi il tuo commento

0 COMMENTI