Snapchat: come funziona e come usarlo nello small business

Snapchat: come funziona e come usarlo nello small business

Fate largo ai Millennials e a un social media che sembra fatto apposta per loro: ecco come usare Snapchat per fare business

Snapchat è il social media più usato dai Millennials negli Usa e presto lo sarà anche da quelli europei e italiani. Ecco come le piccole e medie imprese italiane (soprattutto negozi, alberghi e ristoranti) possono sfruttare in modo competitivo per i loro business questo nuovo strumento. Iniziamo dai numeri.

IL MESSAGGIO SI DISTRUGGE: ECCO PERCHÉ VALE

Snapchat è una app per smartphone che permette l’invio di messaggi, foto o video della durata massima di dieci secondi e disponibili solo per 24 ore. Sta vivendo una crescita impressionante: nel 2015 ha registrato più di 200 milioni di utenti attivi in tutto il mondo. Una piattaforma con un forte engagement (il 65% degli utenti iscritti condivide contenuti) e con una forte propensione all’acquisto online e alla connessione con i brand da parte del pubblico (fonte: Statista). In Italia gli utenti attivi su base mensile sono per ora 265mila, ma nel 2015 sono 134 mila in più rispetto all’anno prima (fonte: Audiweb Nielsen).

IL POPOLO DI “NATIVI DIGITALI”: CHI SONO

I Millennials sono le persone nate negli Anni 80 e 90 del secolo scorso: sono la prima generazione della storia che conosce spontaneamente i codici della comunicazione digitale. In Italia stiamo parlando in generale di 11,2 milioni di persone delle quali il 76% sono connesse al web soprattutto con lo smartphone in mobilità. Secondo un’elaborazione Nielsen su dati Audiweb del marzo 2015, queste persone sono “always on”, cioè connessi dalla mattina alla notte tanto che rappresentano il 55% degli utenti online in Italia nella fascia oraria dalle 12 alle 21.

SNAPCHAT + MILLENNIALS: NATI UNO PER L’ALTRO

Velocità (“ora e subito”) e credibilità (“servizio su misura”) sono le richieste dei Millennials. In cambio questa generazione di nativi digitale garantisce fedeltà al marchio o servizio, anche a livello locale, che li coinvolge e risponde alle loro richieste. Snapchat è il social media che può accontentarli: la app è sullo smartphone, si usa la fotocamera per foto e video, si condividono contenuti che di distruggono in pochi secondi. Difficile trovare negli altri social media (Facebook, Twitter e Instagram) un rapporto così esclusivo, quasi un faccia a faccia. Le aziende come possono sfruttare questo nuovo terreno di promozione? Con Snapchat Discover una delle sezioni della app ed è quella dove le aziende si possono affiliare e proporre i contenuti all’audience degli iscritti a Snapchat postando foto, video e messaggi.

COME RENDERE SNAPCHAT UNO STRUMENTO PER LE PMI

Per le piccole aziende Snapchat richiede una nuova organizzazione e non solo mentale. Si può fondere il virtuale (promozioni e programmi fedeltà) con il reale (eventi, vendite flash, gestione after sale). Per esempio un negozio può organizzare vendite flash a un pubblico profilato (esempio: uomo, donna, under 20, over 25) condividendo un contenuto multimediale per un brevissimo lasso di tempo (da poche ore a massimo un giorno). Il fatto stesso che la promozione vive il carattere dell’esclusività con una durata effimera la rende esclusiva. I clienti raggiunti si sentono coinvolti e a loro volta condividono con i loro contatti. Aumentando la brand awareness (cioè la notorietà dell’azienda) in un pubblico magari non proprio attento ai canali classici della pubblicità come sono i Millennials.

EVENTI GEOLOCALIZZATI: IMPOSSIBILE PERDERLI

Snapchat permette di promuovere anche un evento e di localizzare il luogo dove sarà organizzato. Le foto inviate nei messaggi vengono salvate all'interno dello smartphone geolocalizzando così l'immagine e la location. Se un utente poi deciderà di condividere la foto sulle altre piattaforme social, il luogo dell’evento sarà automaticamente taggato e così un maggior numero di persone sarà informata sull'evento. Direttamente sul suo smartphone senza ulteriori passaggi.

FEEDBACK E GESTIONE DELLA BASE DI CLIENTI

Ricevere il feedback sui prodotti dai clienti permette di conoscere le loro preferenze e di creare offerte su misura. Questo il vantaggio della business intelligence per chi usa i big data per migliorare il proprio business. Snapchat può essere utilizzato anche per chattare con i propri clienti-fan e proporre dei questionari per capire le loro caratteristiche e profilarli per gestire poi un database e creare attività di promozione ad hoc.

VIDEO CHE PASSIONE: FACCIA A FACCIA CON IL PUBBLICO

È possibile con Snapchat creare video del tipo tutorial o “dietro le quinte” per far entrare il cliente direttamente all'interno dei meccanismi di produzione dell'azienda: una strategia di engagement, cioè di “ingaggio”, basato sullo storytelling, cioè il “racconto dell’azienda”. I video possono essere anche usati per rispondere alle domande più frequenti degli utenti su Snapchat o sul blog dell'azienda e in questo modo funzionare come un servizio clienti più umano e coinvolto con le problematiche riscontrare dai clienti.

L’UNIONE FA LA FORZA CON IL NETWORKING

Se il business dell'azienda è molto piccolo (negozi di prossimità, bar e piccoli ristoranti o food truck) è possibile coinvolgere nel proprio progetto altre realtà locali per creare delle sinergie. Unire i bacini di fan per diffondere promozioni, vendite flash ed eventi  in modo da raggiungere un numero di utenti più grande. Senza dimenticare che, ancora prima di analizzare i feedback dell’iniziativa, su Snapchat si spinge la brand awareness.

Overview sul settore Lusso per approfondire le dinamiche del mercato

6 giugno 2016

Scrivi il tuo commento

0 COMMENTI