Gestire la pagina Facebook aziendale senza problemi? Prova così

Gestire la pagina Facebook aziendale senza problemi? Prova così

Nessuno guarda la tua pagina Facebook e pensi di eliminare l’account? Fermati: stai facendo questi errori. Riparti da questi 3 consigli

In Italia sono 23 milioni gli utenti attivi al mese (dati Audiweb 2016) e Facebook  è indispensabile per comunicare con i clienti e far conoscere la propria azienda. Ma creare e gestire la pagina aziendale non è così semplice. È necessario  organizzare e programmare il lavoro e nulla può essere improvvisato.

Commettere errori è facile e pericoloso, perché rischia di danneggiare la brand reputation (cos’è? ne parliamo qui). Hootsuite, la piattaforma per la gestione di social media, ha pubblicato sul suo blog un elenco con 10 consigli. Lo abbiamo letto e sintetizzato aggiungendo tre dritte per sfruttare al meglio Facebook:

1 - NON LASCIATE INCOMPLETA LA SEZIONE INFORMAZIONI

Fate in modo che chiunque arrivi sul vostro profilo possa capire immediatamente chi siete e cosa fate. Se investite tempo subito nella creazione dell’account ne risparmierete in seguito, perché non dovrete dare spiegazioni o chiarimenti sulla vostra attività.

2 - AGGIORNARE FACEBOOK OGNI ORA? NON È UNA REGOLA

Una volta aperto un profilo sul social network bisogna aggiornarlo con regolarità. Ma attenzione alla frequenza: mai una volta al mese e mai più volte al giorno. Bisogna preparare un calendario editoriale per Facebook, almeno settimanale. Se un giorno non avete nulla da dire non postate! E non iniziate a condividere contenuti riempitivi come video o articoli correndo il rischio di portare i vostri clienti altrove (cioè le pagine social e siti magari anche di concorrenti).

3 - NON ESSERE ECCESSIVAMENTE PROMOZIONALI

I social sono rapidi, diretti, colloquiali. Una pubblicità troppo esplicita o poco coinvolgente potrebbe essere del tutto ignorata: non sprecate ore preziose nella realizzazione di slogan o creatività elaborate. In poche parole: siate semplici.

4 - NON DIMENTICATE MAI DI RISPONDERE

Il linguaggio dei social network si basa sull’interazione. Ringraziare un consumatore soddisfatto aumenterà l’opinione positiva sul vostro brand. Dare spiegazioni, o chiedere chiarimenti, a uno insoddisfatto gli farà capire che lo state tenendo in considerazione. E mai essere scortesi: invitate piuttosto il cliente a spostare la conversazione in privato per trovare, insieme, una soluzione al problema.

5 - ATTENZIONE ALLE INTERAZIONI CON I COMPETITOR

I social network sono piattaforme pubbliche. Se un competitor dovesse pubblicare un post negativo su di voi rispondetegli con gentilezza o ignoratelo, se le affermazioni non sono motivate. Mai iniziare una guerra di botta e risposta con la concorrenza.

Ora qualche suggerimento sulle migliori strategie da adottare per la pagina aziendale su Facebook.

1 - RACCONTATE STORIE

Utilizzate il vostro profilo per raccontarvi e mostrare ai fan chi siete veramente. Presentate con un video il vostro team o descrivete con una foto come lavorate. Farà sentire gli utenti parte del vostro mondo. Si chiama storytelling e vi spieghiamo i segreti in questo articolo.

2 - UTILIZZATE LE SPONSORIZZAZIONI DI FACEBOOK

Il social network permette di creare pubblicità rapidamente e a un costo molto contenuto utilizzando un contenuto già postato. Prima di realizzare progetti ad hoc per la piattaforma, provate questa funzione per verificare come si comportano i vostri follower e cosa apprezzano. Se Facebook è usato da 23 milioni di persone in Italia e l’87% degli utenti del social ha una connessione con una piccola o media azienda è bene leggere questo articolo per capire come usarlo.

3 - USARE GLI A/B TEST

Un altro strumento molto utile di Facebook sono gli A/B test, ossia la possibilità di creare due diverse versioni di una stessa campagna promozionale per vedere quale opzione è più gradita dai consumatori e con quale delle due interagiscono maggiormente. Farlo con una società di consulenza esterna ha costi alti: meglio provare una soluzione più rapida, economica ed efficace sul target dei clienti dell’azienda.

21 dicembre 2016

Scrivi il tuo commento

0 COMMENTI