Fattura elettronica, quali vantaggi per lo small business

Fattura elettronica, quali vantaggi per lo small business

Con la fattura elettronica si risparmiano tra 25 e 65 euro per ogni ciclo di produzione. I vantaggi con il digitale sono tanti, ma niente compromessi

Dal 6 giugno 2014 è scattato l’obbligo di emettere, trasmettere e conservare esclusivamente fatture in formato elettronico per i fornitori di ministeri, agenzie fiscali ed enti nazionali di previdenza e assistenza sociale. Una norma rafforzata dall’ulteriore obbligo, scattato il 31 marzo 2015, che ha esteso le operazioni a tutte le altre amministrazioni pubbliche.

Oggi sono oltre 22.000 gli enti pubblici a poter ricevere esclusivamente fatture in formato elettronico strutturato. A partire da marzo sono state quasi 17 milioni le fatture elettroniche già trasmesse al Sistema di Interscambio con un tasso di scarto (l’indicatore che misura l'efficacia del sistema) che si è ridotto fino a raggiungere il 5,4% del totale in ottobre, rispetto ai valori tra il 20% e il 17% dei due mesi precedenti.

L’introduzione dell’e-invoice porta con sé molti vantaggi per le aziende. Ecco quali.

AUMENTO DELLA PRODUTTIVITÀ

Viene ridotta l’attività manuale dei dipendenti, spesso foriera di errori, con conseguente aumento della produttività.

ELIMINA I COSTI

Si riducono i costi di cancelleria, buste e bolli così come quello della distruzione delle fatture e il tempo speso per l’archiviazione dei documenti e le ricerche. Altre spese che se ne vanno sono quelle legate agli spazi destinati all’archiviazione.

MAGGIORE EFFICIENZA

Tutte le aree aziendali possono accedere in tempo reale alle fatture di acquisto e vendita, un dettaglio importante nel momento in cui sono sempre di più i lavoratori che operano in mobilità o in modalità smart working. La fatturazione digitale permette:

Velocità. I tempi di esecuzione delle operazioni sono sempre più veloci e vengono eliminati i disguidi derivanti dall’inoltro cartaceo. Questo permette di ridurre anche i contenziosi per gli errori di fatturazione e permette una maggiore integrazione tra fatturazione, pagamenti e incassi.

Controlli più veloci. L’introduzione della fattura elettronica è un segnale di innovazione per clienti e fornitori, permette di operare con la PA e in caso di controlli fiscali dà la possibilità di offrire una veloce risposta.

Vantaggi commerciali. È possibile personalizzare le fatture a seconda dei clienti offrendo una migliore qualità delle informazioni. Inoltre potete inserire nel documento delle piccole notizie o pubblicità.

Esternalizzazione. Si aprono maggiori possibilità per il business process outsourcing, la gestione e ottimizzazione di un intero processo aziendale a un fornitore esterno. In pratica si esternalizza la gestione del ciclo di fatturazione, l’elaborazione dei dati contabili e la gestione anticipata della tesoreria.

Riduzione costi fatturazione. È uno dei vantaggi principali. Secondo il Politecnico di Milano la digitalizzazione dell’intero ciclo dell’ordine porta risparmi compresi tra 25 e 65 euro a ciclo. In questo modo in un anno si ripaga il costo delle soluzioni informatiche per la digitalizzazione. La completa integrazione e dematerializzazione dell’intero ciclo d’ordine porta benefici che a seconda del settore vanno dal 67 all’82%.  

Migliore collaborazione. I rapporti con clienti e fornitori migliorano sensibilmente. Il fornitore che attende la fattura non deve più chiamare l’azienda ma tramite il pc può controllare tempi di contabilizzazione e pagamento.

Per ottenere tutto questo la chiave di volta è la gestione completamente digitale delle fatture elettroniche nelle fasi di ricezione e di archiviazione ma anche in quelle di registrazione e di approvazione al pagamento. Il processo deve essere completo. Zero compromessi: stop alla carta.

24 febbraio 2016

Scrivi il tuo commento

0 COMMENTI