UniCredit e ISMEA lanciano Agribond per le imprese agricole

UniCredit e ISMEA lanciano Agribond per le imprese agricole

Un portafoglio di finanziamenti 300 milioni di euro di nuovi finanziamenti alle imprese agricole a condizioni favorevoli. Ecco cos’è l’Agribond

UniCredit e ISMEA hanno firmato il 15 dicembre 2016 un accordo per il lancio di Agribond, un portafoglio di finanziamenti (tranched cover) di complessivi 300 milioni di euro destinati alle imprese agricole garantiti da ISMEA. La garanzia di portafoglio è uno strumento finanziario fortemente innovativo che consente alle imprese di ottenere credito con più velocità   e a condizioni più favorevoli, senza ulteriori garanzie reali.

Per UniCredit questo accordo rappresenta un ulteriore tassello a sostegno del settore agricolo e agroalimentare, in continuità con l’impegno avviato la primavera scorsa con la firma dell’accordo con il MiPAAF (Ministero per le Politiche Agricole Ambientali e Forestali) “Coltivare il Futuro”. La convenzione siglata con ISMEA rappresenta infatti il primo pilastro oltre un plafond di nuova finanza di 6 miliardi di euro per il triennio 2016-2018 da erogare al settore agricolo. In 10 mesi sono già stati erogati circa 1,7 miliardi di euro.

PERCHÉ COLTIVARE IL FUTURO CON L’AGRICOLTURA?

Nel nostro Paese sono oltre 760mila le imprese che operano nei settori dell’agricoltura, della silvicoltura e della pesca generando un fatturato complessivo di 55 miliardi di euro. L’industria alimentare raggiunge ben 130 miliardi di fatturato l’anno potendo contare sulle oltre 70mila imprese del settore. Nella maggioranza dei casi la filiera è composta da un ricco e variegato tessuto di piccole e medie imprese.

Agribond è destinato a finanziare progetti di investimento in agricoltura, quali:

– realizzazione di opere di miglioramento fondiario;

– interventi per la ricerca, la sperimentazione, l'innovazione tecnologica, la valorizzazione dei prodotti e la produzione di energia rinnovabile;

– costruzione, acquisizione o miglioramento di beni immobili per lo svolgimento delle attività agricole e di quelle connesse;

– acquisto di nuove macchine e attrezzature per lo svolgimento delle attività agricole e di quelle connesse;

– acquisto dei beni o servizi necessari alla conduzione ordinaria dell'impresa.

I finanziamenti avranno una durata di 5 anni a cui si aggiunge un periodo nel quale le imprese pagheranno solo la quota interessi di massimo 2 anni.

FORMAZIONE E INNOVAZIONE OLTRE AL FINANZIAMENTO

Con il progetto “Coltivare il Futuro” nasce anche la prima Agri-Business School con l’obiettivo di sviluppare le competenze di base attraverso un percorso formativo per acquisire le principali conoscenze finanziarie, migliorare l’export management, attraverso sessioni formative dedicate a tematiche di internazionalizzazione, e implementare l’innovazione attraverso sessioni formative su tematiche di particolare attualità come la filiera corta, la tracciabilità e l’agricoltura di precisione.

Oltre al finanziamento e la formazione anche strumenti per l’innovazione con la Smart Agriculture attraverso “Value for Food”, iniziativa congiunta di UniCredit, Cisco Systems Italy e Penelope Spa rivolta a finanziare e realizzare programmi di evoluzione tecnologica delle Aziende Agroalimentari che sappiano coniugare le esigenze di comunicazione e marketing territoriale, di efficientamento e automazione dei processi di filiera, di dematerializzazione e di digitalizzazione degli asset informatici.

L’iniziativa mira a predisporre un’offerta di servizi alle aziende agricole – dalla formazione alle piattaforme digitali – sostenuta da un programma di finanziamento. Value For Food è quello strumento che consentirà la valorizzazione del marchio e dell’immagine del Made In Italy (branding), la difesa dalla contraffazione diffusa dei prodotto (anticontraffazione), l’efficientamento dei processi produttivi garantendo la sinergia con i fornitori e i distributori (tracciabilità) e il vantaggio competitivo a livello internazionale.

Progetto UniCredit - MiPAAF. Coltivare il futuro:
6 miliardi di euro per le imprese del settore agroalimentare nel triennio 2016-2018, un programma di interventi formativi e soluzioni tecnologiche. Consulta le condizioni >

23 gennaio 2017

Scrivi il tuo commento

0 COMMENTI