Minibond, Computer solutions: 500mila euro per crescere

Minibond, Computer solutions: 500mila euro per crescere

La società si occupa di ricerca e sviluppo software per la gestione rifiuti. Il bond dura 4 anni: operazione strutturata e sottoscritta da Unicredit

I Minibond sono uno strumento alternativo di autofinanziamento per le PMI. In Italia ottiene sempre più consensi. Nel 2015 sono state 50 le emissioni di Minibond (dati portale Minibond Italy). Il terzo trimestre del 2016 vede un lieve calo, ma superata comunque quota 200 Minibond emessi da quando è stata introdotta la normativa specifica nel 2012.

Il calo è dovuto prevalentemente alle emissioni di Minibond sotto i 50 milioni di euro: infatti 12 delle 13 nuove emissioni del periodo agosto-ottobre rientrano proprio in questa categoria con volumi che passano dai 97milioni del precedente trimestre ai 37 milioni. Questo strumento di debito in Italia sta avendo molto successo tra le PMI, ma sono uno strumento di capitalizzazione che calza a pennello quando la dimensione aziendale non è piccola. Analizziamo una recente case history: quella della Computer Solutions di Venezia.

MINIBOND: CHE DIMENSIONI DEVE AVERE L’AZIENDA?

Computer Solutions ha emesso a metà settembre 2016 un prestito obbligazionario della durata di 4 anni (scadenza febbraio 2021, con pagamento cedola variabile trimestrale) supportato dalla garanzia del Fondo di Garanzia per le Piccole e Medie Imprese e interamente sottoscritto da UniCredit. Si tratta della prima operazione di questo tipo nella zona Nordest del Paese.

Quali sono le caratteristiche di Computer Solutions? L’azienda veneta ha oltre 4 milioni di euro di fatturato, 5 sedi, 40 dipendenti tra commerciali e tecnici specializzati e un bacino di 1.700 clienti su tutto il territorio nazionale. La sua dimensione è quella della media impresa.

I fondi ottenuti permetteranno all’azienda di godere dell’immediata deducibilità delle spese di emissione e della deducibilità degli interessi passivi corrisposti e andranno a sostenere il piano di sviluppo e crescita triennale. Una forma di capitalizzazione necessaria per fare il salto di qualità che viene chiesto per restare forti sul mercato post crisi del 2008.

COME USARE LA CAPITALIZZAZIONE SECONDO COMPUTER SOLUTIONS

Nello specifico cosa ha deciso di fare con questa capitalizzazione Computer Solutions? Le strategie della società veneziana si focalizzeranno nel dettaglio su: processi di ammodernamento della tecnologia dei prodotti già distribuiti per permetterne l’integrazione con le funzionalità e caratteristiche più moderne richieste dal mercato; espansione, con la fusione per incorporazione con la Società controllata EXATIO Srl; internazionalizzazione, con la vendita all’estero del sistema S.I.T.T. (Sistema Informativo per i Trasporti Trasfrontalieri di rifiuti) già in uso in Regione Lombardia, Regione Veneto e di prossima adozione da parte del Ministero dell’Ambiente. Oltre a questo la società sta perseguendo il progetto di istituire una borsa telematica di interscambio di servizi di gestione rifiuti, prima a livello internazionale per grandi utenti e poi per aziende medio-piccole su scala nazionale.

«Questa operazione si inserisce in un programma pluriennale di ristrutturazione e ammodernamento dell’azienda, iniziato con l’iscrizione della società all’elenco speciale delle PMI Innovative e proseguito con l’approvazione di un peculiare piano industriale e con la ricerca delle fonti finanziarie necessarie alla sua attuazione. Abbiamo trovato in Unicredit il partner finanziario che ha dimostrato, con l’operazione Minibond, di essere in grado di comprendere, condividere e supportare i piani di sviluppo della società sia nella particolarità del mercato in cui essa opera ma, soprattutto, nella difficile congiuntura economica che tutti stiamo vivendo», spiega il presidente Roberto Conforto. Per Gino Garbin, responsabile Area Venezia di UniCredit «quest’iniziativa dimostra l’interesse e la disponibilità di UniCredit a supportare le imprese che intendono investire su crescita e innovazione».

21 dicembre 2016

Scrivi il tuo commento

0 COMMENTI